“L’amore coniugato” di Annalisa Giuliani

In quanti modi si può coniugare l’amore? Infiniti, direi anche se in questo breve romanzo l’autrice al suo esordio con questo genere, ne prende in considerazione solo alcuni tra i più tradizionali: una relazione tra una giovane donna e un uomo sposato, la totalità dell’amore tra genitori e figli, la tenerezza di quello in cui si trasforma talvolta un matrimonio dopo tanti anni.

amore coniugato
L’amore coniugato – 2017

«In quei giorni e in quelle notti il silenzio non era più un ospite cortese, ma l’intruso invadente che aveva preso possesso di ogni cosa, trasformandosi in distanza incolmabile. Assenza. Lontananza. Estraneità. Negazione. E loro non era più carne, non erano più materia, mani che si toccano, si accarezzano, si abbracciano. Trasformati in un muto vuoto.»

Da non confondere con l’amore coniugale, quello che subito richiama alla mente l’idea della routine che appiattisce ogni passione, l’amore coniugato in fondo è sempre lo stesso, immutabile, universale, nonostante viaggi attraverso le stagioni della vita, resistendo alle circostanze capricciose del destino in cui due amanti possono incontrarsi, perdersi e ritrovarsi e a tutte le nuove forme in cui questo sentimento si declinerà al futuro.

Lo stile narrativo di questa autrice è molto personalizzato, con le citazioni spesso lasciate solo in lingua originale, con le parole singole messe in fila a ribadire il concetto e principalmente con la curiosa particolarità della scelta dei nomi dei personaggi con le iniziali A ed E (Artemisia, Alberta, Aldo, Eloisia, Ernesto, Enea…). La lettura è leggera, delicata con un linguaggio poetico e sobrio, ricamato su un tessuto di fiori e verdi giardini.

«La primavera venne, e fu maggio con le sue ore, con il suo tempo nuovo. E con le sue rose. Al verde ora si aggiungevano i colori. Rosso. Rosa. Bianco. Giallo. Arancio. Eloisia uscì sul vialetto. Ernesto sorrise. Taglio una rosa tea e gliela offrì. “Sei tu la mia rosa” .»

Edizioni Ianieri – Pagine 98 – Prezzo: 12.50€

VOTO: voto 3

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...