“Con i tuoi occhi mi vedo” – di Manuela Seletti

con i tuoi occhi
Con i tuoi occhi mi vedo – 2018

Ci sono persone che rimangono legate a una storia d’amore iniziata nell’adolescenza e che si rinnova negli anni  influenzando il corso di una vita intera, attraverso ricordi, rimpianti e azioni incompiute; e ci sono romanzi – come questo Con i tuoi occhi mi vedo – che raccontano una simile relazione, un amore travolgente tra Alec e Margot quando sedicenne lei e ventenne lui, si incontrano in una estate fatale a Cassis, in Francia dove è ambientato. Da adulti i due si rivedono e la fiamma mai sopita tra loro, divampa di nuovo nonostante lei sia sposata.

«I due ragazzini di Cassis adesso erano un uomo e una donna bellissimi, liberi e felici di amarsi finalmente e in quell’amplesso si conobbero e si riconobbero.»

La trama del libro è assolutamente aderente ai canoni di genere rosa, con pochi sviluppi e dettagliate incursioni introspettive. Se la storia stenta a “decollare”, di certo la lettura si sofferma riccamente sulle scene dei loro incontri amorosi, dettagliando l’aspetto fisico, tipici delle avventure complicate e per questo, vissuti con maggiore passione dagli amanti.

«Anche per Margot non fu facile uscire da quella porta, due ore erano volate e chissà quando avrebbero potuto vedersi di nuovo. Finì di sistemarsi sulle scale, Alec le aveva scompigliato i riccioli in maniera imbarazzante, avrebbe dato la colpa al vento, ma per quell’odore di sesso che aveva dappertutto quale scusa avrebbe mai potuto trovare?»

Lo stile narrativo fa pensare a un esperimento autobiografico dell’autrice se non completamente realistico, visto che la protagonista ha la “fortuna” di intrattenere una relazione extra matrimoniale con il focosissimo amante, senza che suo marito Gilbert se ne accorga mai per tutta la vita, quanto meno in forma sognata. D’altro canto quale donna non ha sognato una volta almeno di perdersi tra le braccia di un grande amatore, con tutte le caratteristiche del bello-e-maledetto, ancorché dal carattere difficile e la tendenza ad alzare il gomito?

Per chi è deciso a non smettere mai di sognare, questo romanzo offre sicuramente un momento di evasione, una lettura che dona leggerezza oltre alla possibilità di fare un’incursione nel genere romance e avere la certezza del lieto fine.

Edito da Alter Ego – Scatole parlanti – Pagine: 165 – Prezzo: 13.00€

VOTO: voto 3

Un commento

  1. Conobbi Manuela per caso e dopo un breve scambio di parole, incuriosito dalla frase: “e’ un libro per donne”, andai a comprarlo.
    Beh….. ha ragione. Un libro a tinte rosa, ricco di emozioni, sensazioni, paure, sesso di una donna benche’ sposata.
    Tuttavia e’ anche un libro per uomini, di quelli intelligenti che leggono senza malizia.
    Un amore romantico e infinito, capace di pazientare, con fede incrollabile,
    idealizzato, nutrito da pensieri, fantasie, voci, profumi, ricordi di un uomo al limite della follia…
    un’ossessione disperata e senza fine che ha superato la barriera del tempo, dello spazio, del corpo.
    Brava Manuela, un libro scorrevole da leggere tutto di un fiato….
    Brava Manuela, hai scritto senza paura perche’ “la paura e’ la base della cattiva scrittura” (stephen King).

    Bella,
    che ci importa del mondo
    verremo perdonati te lo dico io
    da un bacio sulla bocca un giorno o l’altro.

    volami addosso qualunque cosa sia………(Ivano Fossati)

    Alessandro

    Piace a 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...