“Il maggiore dei beni” di Valeria Caravella

il maggiore dei beni RdG
Il maggiore dei beni – 2017

Tra i migliori libri letti quest’anno c’è senz’altro questa proposta, di una scrittrice pugliese esordiente, pubblicata da una casa editrice altrettanto nuova (NOWHEREBOOKS) e con un catalogo in divenire di cui questo costituisce il primo titolo della collana di narrativa. Una vera e propria sorpresa, un talento da presentare al pubblico di lettori, per un testo che merita di essere conosciuto.

Il maggiore dei beni è un fresco, originale, poetico e crudo romanzo di formazione, in forma simil-diaristica che accompagna il protagonista, Davide di quindici anni, nel periodo esistenziale più delicato della vita della maggior parte degli esseri umani, l’adolescenza, che per alcuni, come in questo caso, può diventare davvero complicato. Vivere gli anni che scolasticamente partono dalle medie e proseguono alle scuole superiori, significa attraversare una vasta gamma di cambiamenti sia fisici che mentali, affrontare tempeste ormonali destabilizzanti e superare mille insicurezze e scontri tra sogni e paure. Se poi, come accade a Davide, si vive in una baraccopoli della periferia di una città del sud, in una famiglia disagiata e involuta, tutto diventa ancora più doloroso, specialmente se si è un puro, un diverso, uno che appartiene a un altro mondo.

«Mi chiamo Davide e sono un puro. Ho l’età che ho ma nei fatti sono vecchio di almeno sessanta anni. Sono nato vecchio e nel tempo continuo a invecchiare. I miei fratelli credono che io abbia quindici anni, ma loro non capiscono la mia vera età.»

Davide si sente lontano da tutti e distante dalla realtà che lo circonda, per questo ha deciso di morire giovane, comunque dopo aver compiuto diciassette anni perché lo ha promesso ad Alice, la sua unica amica, tanto quella che sta vivendo non è vita, non ha nulla da condividere con gli altri che sono grezzi, ignoranti, materiali e pensano solo alle “schifezze” tra maschi e femmine. Davide si allontana da tutto ciò che è legato al corpo, alla sessualità, all’aspetto più pragmatico dei rapporti sociali. Un fisico esile, una pelle chiara, il viso d’angelo, gli occhi scuri e non azzurri come desiderava: un adolescente come tanti eppure spesso si guarda allo specchio e pensa “che schifo”.

«Una maestra una volta mi ha detto: Hai la bocca a forma di cuore. – Ho provato a volare. Per la felicità mi sono lanciato da una vecchia panchina corrosa dalla ruggine. Con la faccia della felicità poi sono andato in bagno, ho preso il rossetto di mia madre e mi sono truccato le labbra (…) Mio padre mi ha dato uno schiaffo, i miei fratelli hanno cominciato a ridere e non la finivano più (…) A me non fregava niente, se pure non avevo gli occhi azzurrini (…), avevo la bocca a forma di cuore.»

Un libro che tratta aspetti dell’adolescenza con una delicatezza che va oltre i comuni cliché, fa sentire il lettore spettatore intenerito e solidale della battaglia che Davide affronta con se stesso e con l’ambiente in cui è nato. I pochi riferimenti adulti che incontra sono una zia e una psicologa-scrittrice trentenne con cui instaurerà un rapporto profondo e corroborante: con lei piuttosto che con familiari e coetanei, riuscirà questo dolce ragazzo a far fiorire la sua purezza d’animo e raggiungere la terraferma della maggiore età.

Un libro che val la pena assaporare dalla prima all’ultima pagina, passando dal sorriso a volte amaro a volte vero, alla consapevolezza di quanto l’incomprensione e l’ignoranza possono far danni più delle condizioni sociali sfavorevoli, di quanto facilmente i giovani possono essere spietati nel passare sul “cadavere” del primo coetaneo sopra le righe che incontrano nella loro affannata corsa verso la maturità.

Edizioni NOWHEREBOOKS – Pagine 238 – Prezzo: € 16.00

VOTO: voto 5

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...