Di nessuno – romanzo d’esordio di Simona Mangiapelo

Di nessuno Mangiapelo
Di nessuno – 2017

Quante sono, Elisa, le cose che non sai.

 

È la vigilia di Natale, Elisa si allontana dalla serena quotidianità fatta di marito, figli, casa, per rimanere da sola con se stessa a pensare e decidere. Sa qual è la cosa giusta che andrebbe fatta, ma non è così semplice decidere di farlo…

Pensa a lui, a quei suoi occhi verdi e alle sue mani e alla sua bocca che la cerca e la fa tremare.

Una famiglia come tante, bambini che giocano, un marito che guarda la tv mentre lei affronta le sue battaglie interiori. Ma Flavio non è del tutto passivo, anzi percepisce quel qualcosa di strano in sua moglie che non riesce ad approfondire perché si lascia convincere dalle bugie che lei di volta in volta gli propina.

«Tutto tranquillo. La solita vita». “No, la solita morte”, vorrebbe rispondere, ma mente con un sorriso. E pensa a quanto sia diventata brava a farlo.

Elisa mette a repentaglio la sua vita, rischia di perdere matrimonio, casa, bambini e anche la libreria dove lavora che appartiene, pure quella, al marito eppure non demorde. Decide di andare avanti tenendosi aggrappata alla conturbante storia con l’amante Alessandro e contemporaneamente mantenere salva la tranquilla vita matrimoniale. Tutta questa fatica, tutti questi rischi… perché? Per quello che vogliono tutti: un po’ di felicità. Ecco il premio che spinge ad affrontare come accade alla protagonista, tutti gli ostacoli che si incontrano ogni giorno, cha sia una momentanea preoccupazione per una gravidanza inaspettata o la bugia che al momento opportuno non sovviene. Non si tratta di un’avventura, ben presto Elisa è chiamata a scegliere: deve trovare il modo di lasciare Alessandro oppure confessare tutto al marito.

L’autrice ha saputo disegnare i tratti di una donna e di una situazione entrambe sovrapponibili a tante cui siamo abituate a conoscere. Ha descritto i particolari di un’esistenza doppia, una donna che allo stesso tempo è moglie e amante e si comporta in modo completamente diverso con l’uno e con l’altro partner. Ma poi questi due uomini si confondono, le situazioni di scambiano e mandando in confusione Elisa che inizia a sentirsi un “paguro che muta, una conchiglia vuota.

Colpisce di questo bel romanzo anche la descrizione caratteriale del personaggio protagonista tracciata attraverso le sue piccole manie, come quella di stringere i pugni nelle tasche ogni volta che mente, e il freddo controllo razionale con cui riesce a dire sempre quello che deve e non quello che vorrebbe dire.

Di nessuno, il titolo può essere anche visto come un grido d’indipendenza di una donna dei nostri tempi che preferisce non rinunciare a una passione proibita piuttosto che accontentarsi di una tiepida serenità matrimoniale. In bilico tra questi due universi separati da una voragine sempre più accecante in cui Elisa rischia di essere risucchiata, si arriverà a un crescendo di trama in cui non si rimane distaccati dalle emozioni della giovane e si comprende senza ombra di dubbio quale sia il collante tra Elisa e il suo amante, quale sia la spinta irrinunciabile che non le permette di lasciarlo. Ecco perché ogni volta che torna a casa una parte di sé rimane ostaggio di Alessandro, quest’uomo all’apparenza o meglio, agli occhi di Elisa perfetto, in attesa del prossimo incontro.

C’è un passato con cui fare i conti, rabbia e vuoti da fronteggiare nonostante gli anni che sono passati. Impara in fretta Elisa anche da adulta a gestire la sua nuova vita fatta fughe e simulazioni, impara a fingere e a gestire imprevisti, così come aveva imparato da ragazzina a diventare grande troppo in fretta tra delusioni e torti subiti nell’istituto di suore dove è cresciuta. Ha imparato anche a parlare da sola, a darsi ordini e incoraggiamenti. E ne avrà bisogno in circostanze drammatiche in cui potrà fidarsi solo di se stessa.

La storia si sviluppa con ritmo incalzante, e d’un tratto Elisa perde lucidità e controllo della situazione e si trova intrappolata in un sentimento che razionalmente avverte come sbagliato e pericoloso, ma istintivamente non vuole abbandonare. Costruisce un po’ alla volta la trappola per se stessa.

Ma non è possibile fuggire da ciò che siamo, e continuiamo a ballare solo sulle note della musica che meglio conosciamo.

È necessario arrivare fino al fondo del baratro per smascherare un inganno, e iniziare finalmente a risalire?

Edizioni Alter Ego – Pagine 140 – Prezzo  12,00€

VOTO: voto 4

Commenti

3 comments on “Di nessuno – romanzo d’esordio di Simona Mangiapelo”
  1. Titty ha detto:

    Bellissimo il blog! Anche io sono una scrittrice esordiente e ho un blog creativo, se ti fa piacere dagli un’occhiata! Spero vorrai seguirlo! Ho appena pubblicato un articolo su noi scrittori esordienti! http://www.tittymonamour.wordpress.com

    Mi piace

    1. RdG ha detto:

      grazie mille. vado proprio a visitare il tuo blog. ciao!

      Liked by 1 persona

      1. Titty ha detto:

        Ci conto!!!

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...